Logo

Veronica Liuzzi

Veronica Liuzzi, artista di origine tarantina, si occupa di arte digitale, performance, video installazione e fotografia. Espone in diverse opere collettive tanto in Italia quanto all’estero incentrando la sua ricerca artistica su una riflessione inerente il corpo umano in relazione al mondo circostante, agli oggetti che circondano la nostra quotidianità, alle influenze socio-culturali e al territorio in cui viviamo.

Tra il 2015 e il 2016 realizza la serie intitolata Anti-Ritratti (anti-selfie) e, tra il 2016 e il 2017 realizza la serie La città che non c’è, un progetto nel quale l’artista mette in luce le potenzialità di alcune aree abbandonate dell’interland tarantino. Nel 2017 vince il Premio Basilio Cascella, uno tra i Premi d’Arte più prestigiosi d’Italia.

 

con il contributo di:

torna su

comitato scientifico:

Vincenzo Santochirico
Antonio Calbi
Giancarlo Chielli
Ferdinando Felice Mirizzi
Roland Seiko

partner del progetto:

Istituto Luce-Cinecittà | AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico) | Compagnie Famille Mundi | Conservatorio Musicale E.R.Duni di Matera | International Council for Cultural Centers (Bread House – Gabrovo) | Association Tourisme et Développement Duralble des Terriotoires (Master Università Montepelier) | New Destination Network | Consorzio Città Essenziale | CVETOSCOP - coop | Unibas - Dicem e Accademia delle Belle arti di Bari | Associazione Giallo Sassi | il Forno di Gennaro - Gennaro Perrone & C. s.r.l.


media partner: