Logo

Cătălin Tăvală

L’artista e grafico Cătălin Tăvală di Sibiu (Romania) presenta opere d’arte in diverse tecniche che evocano scene grottesche nell’approccio al disegno classico.

Le sue opere sono profonde e comunicano forti messaggi visivi connessi al suo ambiente di vita di tutti i giorni. Agisce come se stesse raccogliendo le immagini che si vedono frequentemente nella giungla mass mediatica, trasformandole in maestose opere d’arte e portando il soggetto all’attenzione momentanea dello spettatore, a volte senza implicazioni di empatia, a volte scatenando i più reconditi istinti della natura. Attraverso il suo lavoro sottolinea la nostra generale bassa sensibilità e adattamento a immagini disegnate ma che vediamo scorrete senza sosta sugli schermi interconnessi ai social network. Secondo Cătălin Tăvalădisegnare è la sfida per analizzare una possibile immagine oggettiva dalla realtà e per raggiungere qualcosa di soggettivo con mezzi specifici. Questo si traduce nella creazione di un’intima connessione tra il reale percepito superficialmente e il reale interpretato criticamente”.

con il contributo di:

torna su

comitato scientifico:

Vincenzo Santochirico
Antonio Calbi
Giancarlo Chielli
Ferdinando Felice Mirizzi
Roland Seiko

partner del progetto:

Istituto Luce-Cinecittà | AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico) | Compagnie Famille Mundi | Conservatorio Musicale E.R.Duni di Matera | International Council for Cultural Centers (Bread House – Gabrovo) | Association Tourisme et Développement Duralble des Terriotoires (Master Università Montepelier) | New Destination Network | Consorzio Città Essenziale | CVETOSCOP - coop | Unibas - Dicem e Accademia delle Belle arti di Bari | Associazione Giallo Sassi | il Forno di Gennaro - Gennaro Perrone & C. s.r.l.


media partner: