Logo

Pasta nera di A. Piva

Sala Conferenze

22:00:00 | 23:30

Pasta nera di Alessandro Piva si presenta come un’importante testimonianza che ci ricorda il valore di un progetto di solidarietà. Ci troviamo tra il 1946 e il 1952 quando si concretizzò l'iniziativa promossa dall’Unione Donne Italiane, l’associazione femminile della Sinistra italiana, che si impegnò ad accogliere 70000 bambini provenienti dalle regioni del Sud Italia in moltissime famiglie del Centro-Nord. Il titolo del film si riferisce a un tipo di pasta fatta con pochi cicchi di grano, ultima risorsa con cui nutrirsi, che rimanevano a terra dopo la trebbiatura. I bambini del Sud passarono quindi dalla pasta nera alle tagliatelle emiliane delle famiglie ospitanti. E per queste persone il contrasto tra i due cibi ha sempre riportato alla mente quel momento di scoperta di una realtà diversa. Il documentario si concentra sui ricordi degli intervistati, che raccontano nostalgicamente la propria esperienza e i curiosi episodi vissuti in compagnia delle famiglie ospitanti. Le interviste sono poi raccordate a filmati di repertorio dell’epoca, che contribuiscono a ricreare l’umanità e il calore legati al progetto.

con il contributo di:

torna su

comitato scientifico:

Vincenzo Santochirico
Antonio Calbi
Giancarlo Chielli
Ferdinando Felice Mirizzi
Roland Seiko

partner del progetto:

Istituto Luce-Cinecittà | AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico) | Compagnie Famille Mundi | Conservatorio Musicale E.R.Duni di Matera | International Council for Cultural Centers (Bread House – Gabrovo) | Association Tourisme et Développement Duralble des Terriotoires (Master Università Montepelier) | New Destination Network | Consorzio Città Essenziale | CVETOSCOP - coop | Unibas - Dicem e Accademia delle Belle arti di Bari | Associazione Giallo Sassi | il Forno di Gennaro - Gennaro Perrone & C. s.r.l.


media partner: